-->

I macerati, gli orange wine

I vini macerati, o anche chiamati “orange wine”, sono vini ottenuti da uve bianche vinificate in rosso, in cui cioè le bucce sono lasciate a macerare (a riposare) a contatto con il mosto per un periodo variabile di tempo, da un giorno fino ad alcuni mesi. Per ottenere questo vino avviene appunto un contatto molto prolungato tra mosti, bucce, lieviti e batteri lattici che, finito il loro compito, muoiono e si depositano sul fondo del contenitore e cedono lentamente le loro proteine. Questo consente l’estrazione di sostanze principalmente polifenoliche, aromatiche e proteiche che li rendono di colore giallo carico, “orange” appunto.

Il risultato è un vino che ben si accompagna alle cucine “particolari” come quella asiatica, giapponese in primis. Pesci importanti, anche grassi, cucinati, crudi o affumicati, carni bianche da cortile, agnello o capretto. Per il vegetariano, si accompagnano a zuppe ricche classiche della cucina mediterranea, oppure piatti un poco più elaborati come una parmigiana di melanzane o, per tornare in oriente, una tempura di verdure miste.

Le prime origini dell’orange wine sono riscontrate in Georgia, dove 5 mila anni fa delle uve bianche venivano lasciate fermentare in anfore di argilla chiamate “qvevri” che venivano interrate per controllarne la temperatura durante il processo di fermentazione. La forma dell’anfora permetteva un lenta sedimentazione: ovvero il vino risultante non aveva necessità di essere filtrato prima dell’imbottigliamento.

Tanti produttori hanno ripreso questa tradizione: dagli stessi georgiani che si sono riscoperti artigiani del vino, in Italia a partire dal confine Sloveno, passando per il Trebbiano di centro Italia per poi arrivare alle produzioni più acute? nel sud a ridosso del mare.La particolarità dei vini macerati, che spesso vengono considerati vini bianchi?, e che vengono serviti a una temperatura più alta rispetto ai bianchi e sono sicuramente ben portati all’invecchiamento, che permette non solo di strutturarli ancora di più ma di tirar fuori aromi caratterizzanti degli orange wine.