-->

Piemonte, eccellenza legata a tradizione

Il Piemonte è da ritenersi, con assoluto diritto, l’autore di quella grande rivoluzione tecnologica-enologica. Ha trasformato la tradizionale e storica produzione italiana di vino in una proposta di assoluta eccellenza nel mondo.

Storia e innovazione

Qui si sono realizzati i primi esperimenti di zonazione, che in Francia corrisponde al concetto di Cru. La scelta da parte di un produttore di realizzare un vino con quelle specifiche uve provenienti da quello specifico vigneto, ritenuto il migliore della zona. Queste, e tante altre innovazioni, hanno permesso una crescita esponenziale della qualità. Una forte specializzazione sui vini rossi. Ma bisogna dimenticare l’eccellente realtà dei vini bianchi piemontesi come il profumato Arneis, l’elegante Gavi (prodotto con uve Cortese) e il delicato Erbaluce di Caluso. In Piemonte prevalgono i vitigni autoctoni, generalmente realizzati in purezza.

Tutto parte, alla fine dell’800, dalle intuizioni della Marchesa di Barolo Giulietta Falletti e di quel vino particolare, il Barolo (prodotto con uve Nebbiolo). Con la stessa straordinaria uva, a pochi chilometri di distanza da Barolo, si produce il Barbaresco, splendido esempio di eleganza e longevità. Nel Nord Piemonte, sempre il Nebbiolo produce vini dall’antica tradizione come il Ghemme, il Bramaterra e il Boca. Infine le uve più conosciute e spesso, in passato, utilizzate come "vino da tavola". La dinamica Barbera, il fragrante Dolcetto, l’elegante Freisa, il sincero Grignolino e l’importante Ruchè. Per quanto riguarda i vini dolci, il Piemonte è la patria di due vitigni (e vini) straordinari. L’aromatico e fragrante Moscato d’Asti (e il relativo profumatissimo Asti Spumante) e il fruttato Brachetto d’Acqui.

La tradizione culinaria piemontese è davvero eccellente e naturalmente, si abbina perfettamente alla produzione dei suoi vini. Da menzione, indimenticabili primi come i Tajarin oppure gli Agnolotti del Plin e gli immancabili Risotti (al Tartufo, per esempio). Nei secondi il Brasato al Barolo oppure il Bollito Misto alla Piemontese e la Bagna Cauda, autentiche leggende culinarie. I dessert brillano con i Marron Glacè e il Bonet al Cioccolato, oltre ai Gianduiotti e ai Baci di Dama.

Le cantine

Lascia un Commento