-->

Lacrima di Morro d'Alba

Un vitigno autoctono marchigiano. Il termine lacrima, invece, deriva dalla particolarità degli acini, che durante la maturazione tendono a rompersi facendo uscire delle piccole gocce di succo. Le origini della Lacrima di Morro d’Alba sono antichissime, si narra addirittura che fosse il vino preferito da Federico Barbarossa quando, durante l’assedio d’Ancona, aveva preso possesso del castello di Morro d’Alba. Il rischio d’estinzione è stato scongiurato, solo grazie alla lungimirante opera di alcuni viticoltori della provincia d’Ancona, culla originaria del vitigno. Un’uva estremamente legata al suo territorio che rende difficile la produzione se dislocata dalle sue radici.

3 Prodotti/o

per pagina

3 Prodotti/o

per pagina