Sangiovese

Il primo a citare il sangiovese fu Giovanni Vettorio Soderini, agronomo toscano, che nel parlò in un trattato di viticoltura già nel 1600, con il nome sangiogheto. Il vitigno a bacca nera più coltivato in Italia, con una superficie vitata pari all’11% di quella totale nazionale. Il Sangiovese viene coltivato dalla Romagna fino alla Campania ed è il vitigno più diffuso in Toscana. L’elevata produttività del Sangiovese costringe i vignaioli ad utilizzare pratiche colturali precise per mitigare la sua irruenza. Spesso per allentare la sua naturale “ruvidità” il Sangiovese viene assemblato con vini prodotti da altre uve. Preferisce i terreni con buona percentuale di sedimenti calcarei capaci di far esaltare i suoi migliori ed eleganti aromi così come le sue migliori qualità.

12 Prodotti/o

per pagina

12 Prodotti/o

per pagina