Cos’è la fermentazione alcolica?

La fermentazione alcolica è svolta dai lieviti appartenenti alla famiglia Saccharomyces cerevisiae, che trasformano gli zuccheri, in particolare il glucosio, in alcol etilico, anidride carbonica ed energia termica.

L’ alcol etilico che si forma e che è realmente presente nel vino si chiama alcol svolto, ed è una delle menzioni obbligatorie da riportare in etichetta, il cosiddetto titolo alcolometrico volumico. I vini dolci, ad esempio, contengono degli zuccheri residui; se questi fossero fermentati, sarebbero trasformati in alcol etilico, definito alcol potenziale. La somma dell’alcol svolto e di quello potenziale è definita alcol complessivo. Se in etichetta si legge 11 +5%, il primo valore rappresenta la percentuale di alcol svolto, il secondo di quello potenziale, quindi 16% sarà l’alcol complessivo. Durante la fermentazione alcolica si formano altri alcoli come in butilenglicol e polialcoli come la glicerina, acidi organici e acetici e altre sostanze che determinano il profilo sensoriale di ogni singolo vino.

RESPIRA LA NOSTRA CONVIVIALITÁ: CONDIVIDI!

Suggerimenti

{{{name}}}

Categorie

{{attributes.parentCategory}} {{{name}}}

Produttori

{{{name}}}

Prodotti consigliati

{{{name}}}
{{attributes.Price}}